settembre 5th, 2011

Riserva naturale regionale “gole di San Venanzio”

La riserva copre un’area di 1107 ettari e geograficamente si colloca in posizione centrale rispetto all’Abruzzo e costituisce un corridoio ecologico di primaria importanza tra il Parco Nazionale della Majella e il Parco Regionale Sirente-Velino. La riserva racchiude al suo interno due aspetti morfologici ben distinti: nella parte occidentale, quella delle gole, il fiume Aterno scorre impetuoso tra due rilievi rocciosi a strapiombo; l’uscita del fiume dalle gole, contraddistinta dallo spettacolare e suggestivo Eremo di S. Venanzio, segna il passaggio alla fertile e verdeggiante pianura alluvionale. Nella parte orientale, tutto si allarga e il fondovalle si raccorda attraverso una serie di terrazzi naturali al centro abitato. Nel territorio, dove la natura selvaggia dei luoghi ha preservato un habitat unico, sono presenti una grande varietà di specie floristiche e faunistiche. Grazie alla presenza di aree rupestri gli uccelli ed in particolare i rapaci, trovano un habitat naturale per la loro riproduzione. La riserva si occupa di tenere in buone condizioni i sentieri che possono essere percorsi da appassionati visitatori. Nel b&b troverete cartine ed informazioni sui percorsi.

footer